Pontili mobili e Testate pensili

Da alcuni anni, con l’avvento dei corsi di ginnastica in acqua la piscina, è diventata la sede di svariate attività che richiedono attrezzature specifiche.
In particolare per dividere la vasca in due parti, una per le attività sopra citate, l’altra per le consuete attività natatorie si ricorre sempre più spesso al “pontile mobile”.

Il pontile mobile è, in pratica, una grande trave che appoggia, alle due estremità, sul bordo della piscina.
È una struttura in acciaio inossidabile, rivestita di un grigliato in materia plastica che consente di dividere la vasca in due parti.
Patentverwag Italia, leader in Italia nel mercato delle attrezzature per piscine pubbliche, ha recentemente messo in produzione un “pontile mobile” dalle eccezionali caratteristiche.

È una struttura in acciaio inossidabile che può essere assemblata, mediante il collegamento di parti della dimensione massima di mt. 2,40, sul bordo della vasca per poi essere calata in acqua con due elevatori manuali o con due carrelli.
La trave è dotata di due elementi di testata supportati ciascuno da due o tre ruote che consentono lo spostamento del pontile in qualsiasi posizione si desideri.

Il pontile può essere o meno corredato, a seconda delle funzioni che deve svolgere, di blocchi di partenza, di corrimani e degli attacchi per le linee segnacorsie.
Lungo da una ventina di metri fino ad un massimo di 28-30 metri, per le vasche da mt. 25 di larghezza (10 corsie di nuoto), il pontile mobile è ormai uno strumento indispensabile per il corretto funzionamento di un impianto multifunzionale.
Patentverwag Italia ha rivoluzionato la concezione del pontile creando una struttura facilmente montabile in quanto basata sull’assemblaggio di piccole parti in acciaio inossidabile, leggere e maneggevoli.
Questa innovazione consente di installare il pontile anche in impianti già costruiti in quanto non sono più indispensabili sollevatori di grande portata o addirittura gru di cantiere.

Il pontile mobile, come precedentemente accennato, presenta, una volta completamente assemblato, una superficie caratterizzata da una superficie grigliata, costituita dall’accostamento di speciali elementi stampati in polietilene di due tipologie:d’angolo e piani.
Il risultato è un manufatto di assoluta perfezione e precisione, facilmente spostabile manualmente in avanti ed indietro, di grande resistenza ed esteticamente di grande impatto.

Le finiture prevedono elementi d’angolo in acciaio inossidabile lucidati a specchio con effetto antinfortunio.
Patentverwag Italia ha ormai corredato, con il nuovo modello svariati impianti tra i quali va ricordata la piscina comunale di Viterbo, quella di Romano di Lombardia, di Alghero, di Sori oltre a prestigiose realizzazioni all’estero.

Realizzati su misura in acciaio inossidabile sono caratterizzati da una superficie grigliata antisdrucciolo. La larghezza può variare da cm. 80 a cm. 140, l’altezza da cm. 120 a cm. 140.

Sono previsti gli ancoraggi per le corsie, i corrimani in acciaio inossidabile, i blocchi di partenza e due sistemi alternativi per la traslazione, a spinta e mediante apposito dispositivo a leva.

Numerose sono le vasche corredate dai ns. pontili mobili: in figura il pontile della Piscina Comunale di Viterbo ed il pontile della Piscina Comunale di Romano di Lombardia.
Altre referenze: Piscina Comunale di Alghero, Piscina Comunale di Sori (GE).

Le testate pensili costituiscono la soluzione ottimale per le testate della vasca. Sono, in pratica, delle strutture in acciaio inox con finiture in polietilene che consentono di dotare la vasca di griglie di sfioro su tutto il perimetro e di eliminare i blocchi di partenza alti e le relative placche di virata.