Spogliatoi industriali

Lo spogliatoio industriale, a partire dalla fine degli anni ottanta, ha subito una radicale evoluzione.
Da un luogo approssimativo e casuale si è trasformato in una struttura complessa, molto qualificata, oggetto di accurata progettazione e soprattutto regolata da precise quanto severe normative. In particolare gli armadi per spogliatoi industriali presentano caratteristiche integralmente differenti dai tradizionali armadi metallici. Questa evoluzione è stata determinata dalla introduzione della legge 626 che ha radicalmente modificato le caratteristiche di questo importante elemento di arredo.

Patentverwag Italia, leader di questo settore di mercato dai primi anni 80 ha inizialmente introdotto materiali assolutamente innovativi. Dalla semplice lamiera in ferro verniciato, dalle tradizionali cerniere in vista, dalle tipiche antine in metallo risvoltate e caratterizzate da pieghe e recessi per polvere e sporcizia si è passati a materiali di altissima qualità, inossidabili, autoestinguenti e conformati in modo da evitare l’accumulo di polvere per consentire una igienizzazione ottimale.

Caratteristiche per armadietti per spogliatoi industriali

Laminato massello di alto spessore per fianchi, fondi, ripiani ed ante, profili in alluminio anodizzato per i profili d’angolo portanti e cerniere, acciaio inossidabile per le finiture, nylon per serrature e dispositivi vari: sono questi i materiali che hanno sostituito la tradizionale lamiera verniciata. In più le nuove tecnologie, introdotte da Patentverwag Italia consentono di produrre armadi con le caratteristiche estetiche, cromatiche, dimensionali e funzionali dettate dal cliente.

Armadi in pratica su misura. Sono così nati armadi dalle differenti larghezza, dalle ante rettangolari o ad “L”, dal ripiano terminale inclinato per evitare l’accumulo di sporcizia ed oggetti sopra l’armadietto, dotati di un rialzo da terra di circa 20 cm. per ottimizzare la pulizia dei pavimenti.

Armadi con divisorio verticale interno per separare gli abiti civili da quelli da lavoro, con ripiani in acciaio inossidabile forellinati per smaltire la polvere delle calzature, con ante opportunamente fresate per consentire una aerazione ottimale. Una gamma di tipologie praticamente infinita, con ante dalle tonalità cromatiche più varie, per non parlare delle eccezionali migliorie funzionali: cerniere a tutta altezza inserite nei profili e dotate di fermo a a 90°; dalla resistenza eccezionale allo scardinamento, finiture accuratissime per consentire la massima sicurezza d’uso, per non parlare delle speciali serrature in nylon dotate di dispositivo antiscasso e della semplificazione nelle operazioni di apertura e chiusura.

L’anta si può aprire girando indifferentemente la chiave in senso orario ed antiorario (cosa che annulla la rottura delle chiavi) e si può chiudere senza ausilio della chiave, semplicemente accompagnando l’anta. Una serie di innovazioni che Patentverwag ha introdotto in base ad una esperienza più che ventennale nella produzione di armadi per le principali aziende italiane ed europee.

Anche nel settore delle panchine per spogliatoi Patentverwag ha introdotto innovazioni di grande rilievo. Al posto delle tradizionali panche con struttura in ferro verniciato e doghe in legno, soggette a scheggiarsi e non igienizzabili oltre che combustibili sono state introdotte tipologie in alluminio anodizzato, laminato massello, nylon ed acciaio inossidabile, con soluzioni tecniche d’avanguardia.

Le panchine Serie Wellness ed anatomiche sono igienizzabili, inossidabili e con connotazioni estetiche non confrontabili con i modelli tradizionali.
Qualche referenza?

Coca Cola, Bayer, Ferrari, ST Microelectronics, Brembo, Rovagnati, Mercedes Benz, Agip, Roche, Omnitel, Glaxo sono solo alcuni nomi tra le migliaia di clienti abituali Patentverwag Italia.

Linea leggera, giovane, adatta per i club fitness e le palestre. Sei modelli per qualsiasi esigenza anche su panca.

i più classici e i più diffusi presentano caratteristiche di grande resistenza alle sollecitazioni. Otto modelli con ante ad “L”, su panca, e di svariate misure per ogni esigenza.

Ante in laminato da 14 mm. di spessore, cerniere in acciaio inossidabile, profili portanti massicci in alluminio anodizzato: una linea di armadi per l’arredamento dello spogliatoio più prestigioso. Otto modelli.

Una linea di armadi tecnologicamente avanzata: ante in alluminio estruso, cerniere a tutt’altezza incorporate nelle ante, pareti in laminato. Otto modelli per ogni esigenza.

Una nuova linea di armadi costituita da otto modelli, anche dotati di panchina, dal disegno essenziale ed estremamente lineare. Si sposa egregiamente anche con le finiture “legno”

Gli armadi progettati appositamente per gli spogliatoi delle industrie presentano caratteristiche particolari. Ripiano terminale inclinato per facilitare la pulizia, rialzo dal pavimento, suddivisione interna in due spazi per gli abiti da lavoro e per quelli civili. Quattro tipologie per adeguarsi a qualsiasi esigenza

La più avanzata linea di panchine in alluminio sul mercato è nata da una ricerca formale e tecnica basata su oltre trent’anni di esperienza. Di una robustezza proverbiale e dotata di finiture raffinatissime ed antinfortunio; prevede dodici modelli per ogni esigenza.

Dotata di una seduta anatomica realizzata con estrusi di alluminio questa linea rappresenta la tipologia più raffinata ed avanzata sul mercato. Adatta ai centri sportivi più prestigiosi prevede dodici modelli che si accordano in modo ideale con la linea di armadi HITEC.

Una linea dal prezzo molto competitivo realizzata con materiali inossidabili ed autoestinguenti: alluminio anodizzato, laminato massello, nylon ed acciaio inossidabile. Elegante e pratica è una linea costituita da 12 modelli per soddisfare qualsiasi esigenza

Una linea completa di robustissime panche a prova di vandalismi realizzate in alluminio con doghe rinforzate stampate in ABS. Si tratta di una soluzione pratica ed economica: 12 modelli per ogni esigenza.

Messaggio a tutti i nostri Clienti e Partner

Mentre il COVID-19 continua a intensificarsi in tutto il mondo, vogliamo condividere i nostri impegni con voi, i nostri clienti e partner.
Abbiamo ritenuto imprescindibile, prima che diventasse obbligatorio, il nostro ruolo nel contribuire alla salute e alla sicurezza generale dei nostri membri, clienti, partner, fornitori e comunità in generale.
Il DPCM dell’11 marzo 2020 prevede l’osservanza di misure restrittive nell’intero territorio nazionale, specifiche per il contenimento del COVID – 19. Patentverwag ha attuato misure di smart working per quelle funzioni non direttamente legate alla produzione e per le attività di produzione misure molto restrittive per proteggere i nostri dipendenti non solo utilizzando buone pratiche sanitarie nelle nostre strutture, fornendo maschere, guanti e detergenti per la sanificazione, ma anche effettuando la sanificazione completa delle nostre strutture (ufficio e area di produzione).
Tutte le prescrizioni dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS) e delle agenzie sanitarie locali sono pienamente integrate nella nostra routine.
Gli spostamenti e i sopralluoghi sono stati sospesi, ma i nostri uffici, impianti e altre strutture rimangono aperti e pienamente operativi.
Realizzando quasi tutti i prodotti interamente presso il nostro impianto produttivo siamo in grado di rispettare, a oggi le consegne confermate e ci riserviamo di rendere noto tramite sito web e comunicazioni dirette ogni ritardo si dovesse presentare, questo per garantire, ancora una volta, la serietà della nostra azienda verso i propri clienti e partner.
Inoltre, monitoriamo costantemente la nostra catena di approvvigionamento che rimane sicura e al momento, nonostante la situazione critica, non abbiamo ritardi o problemi nell'acquisizione di materiali e componenti.
Rimaniamo pienamente coinvolti e impegnati nei confronti dei nostri clienti e di tutta la nostra comunità. Continueremo a concentrarci sul lavoro, sul servizio e sulla consegna dei nostri prodotti con una costante attenzione alla salute di tutti.
Patentverwag si adopera, come membro di una collettività, a fare tutto quanto richiesto dal DPCM dell’11 marzo 2020, con la speranza di poter rivedere presto i propri clienti e partner.